Panettone cioccolato gianduia (ricetta di I.Massari)

Pubblica su Google Buzz Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Ricetta del maestro Iginio Massari

Ingredienti (2 panettoni da 1 kg): 406639_10200126426233366_2093167528_n

1° impasto:

  • 140 g di Lievito Madre
  • 705 g di farina forte (tipo manitoba o per lievitati)
  • 175 g di zucchero semolato
  • 395 g di acqua
  • 70  g di pasta nocciole 100% 
  • 140 g di burro

2° impasto:

  • 1° impasto lievitato
  • 105 g di zucchero semolato 
  • 70   g di miele
  • 70   g di tuorlo
  • 105 g di pasta nocciole 100% 
  • 105 g di pasta gianduia amara
  • 105 g di burro
  • 6    g di sale
  • 140 g di gocce di cioccolato al latte
  • 105 g di gocce di cioccolato fondente 
  • 1/2 bacca di vaniglia

 

Percentuali:

1° impasto:            2° impasto:

Ingrediente

%

Ingrediente

%

Lievito Madre

8,7

Zucchero

13

Farina

43,3

Miele

8,6

Acqua

24,3

Burro

13

Zucchero

10,8

Pasta Gianduia

13

pasta nocciole

4,2

Pasta Nocciole

13

Burro

8,7

Tuorlo

8,6

    Sale

0,6

    Gocce ciocc. latte

17,2

    Gocce ciocc. fond.

13

Preparazione:

Procedimento rinfreschi pasta madre per la produzione di grandi lievitati:

Prima di cominciare la lavorazione di grandi lievitati quali il Panettone o il Pandoro bisogna fare una serie di 3 rinfreschi del Lievito Madre (detto anche Pasta Acida o Pasta Madre). Il rinfresco consiste nell’impastare il Lievito con farina forte (o manitoba) e acqua.
Esempio di 3 rinfreschi:

  1. 100 g di Lievito naturale - 100 g di farina forte e 40 g di acqua.
    Si impasta circa per 5 minuti dopo di che formeremo una palla, faremo con un coltello a sega un taglio a croce abbastanza profondo e metteremo a lievitare a 25/26°C per 3 ore dopo le quali il lievito deve essere raddoppiato;
  2. 100 g di Lievito naturale – 200 g di farina forte e 80 g di acqua.
    Si impasta circa per 5 minuti dopo di che formeremo una palla, faremo con un coltello a sega un taglio a croce abbastanza profondo e metteremo a lievitare a 25/26°C per 4 ore dopo le quali il lievito deve essere raddoppiato.
  3. 100 g di Lievito naturale – 200 g di farina forte e 80 g di acqua.
    Si impasta circa per 5 minuti dopo di che con un mattarello stenderemo il lievito e lo piegheremo in 3. Questa operazione la facciamo per 3 volte e alla terza volta dopo avere dato le 2 pieghe arrotoliamo il lievito facciamo il taglio a croce e mettiamo a lievitare a 25/26°C per 4 ore dopo le quali il lievito deve essere raddoppiato e pronto per essere usato…

121220111150_thumb 121220111151_thumb 121220111152_thumb 121220111153_thumb 121220111154_thumb 121220111155_thumb 121220111156_thumb 121220111160_thumb 121220111161_thumb 835_10200127343416295_210088650_n

1° impasto panettone:

  1. sciogliamo lo zucchero nell’acqua e ne aggiungiamo subito l’80% in planetaria insieme alla farina, il lievito madre e cominciamo ad impastare a velocità medio-bassa (velocità 1,5 con impastatrice kenwood) usando l’attrezzo gancio;
  2. finiamo di aggiungere il restante 20% di acqua;
  3. dopo che l’impasto diventa abbastanza compatto e liscio e il glutine comincia ad incordarsi, (glutine che diventa elastico)all’incirca 10 minuti, inseriamo la pasta nocciole;
  4. il burro morbido a pezzetti lo inseriamo poco per volta. Ogni volta aspettiamo che l’abbia incorporato per bene e aggiungiamo altra dose di burro. Questa operazione la facciamo almeno in 3 volte.

Per ogni passaggio ci vogliono almeno 5/7 minuti di lavorazione.

Facciamo attenzione a che l’impasto non superi la temperatura di 26°C mentre lo lavoriamo. Se dovesse alzarsi oltre i 26°C ci fermiamo e facciamo riposare. Si può anche mettere la planetaria 10/15 minuti in frigorifero.

Dopo circa 40 minuti di lavorazione avremo ottenuto un impasto molto ben incordato come in foto…

 397094_10200127342816280_1240613809_n    316596_10200127343096287_1625314015_n    171220111183

… a questo punto lo mettiamo in un contenitore a lievitare per 12 ore o comunque fino a che non sarà triplicato il volume alla temperatura di 28/30°C. Se non avete una cella di lievitazione potete metterlo in forno con lucetta accesa che dovrebbe mantenere una temperatura vicino ai 28°C. Aggiungete un pentolino di acqua calda per dargli l’umidità, o in alternativa coperto con pellicola trasparente…

 14615_10200127343736303_1010052901_n

2° impasto panettone:

  1. mettiamo in planetaria il 1° impasto con lo zucchero, il miele ed i semini della vaniglia ed impastiamo a velocità 1 per 15 minuti stando sempre attenti a far incordare l’impasto;
  2. ora aggiungiamo poco per volta la dose di tuorli e facciamo incordare;
  3. inseriamo la pasta di nocciola e la gianduia;

397120_10200127342176264_641164619_n

  1. il sale;
  2. il burro morbido a pezzetti poco per volta (almeno in 3 volte);
  3. a questo punto dovreste avere l’occhio per capire se aggiustare con l’acqua. Se vi rendete conto che l’impasto è bello elastico e setoso non aggiungete nulla, altrimenti un goccetto per volta cercate di aggiustarlo. Se non ve la sentite non aggiungete nulla.
  4. e infine aggiungere le gocce di cioccolato.

Tenete presente che tutta l’operazione d’impasto dura solitamente intorno ai 40 minuti.

Alla fine dovreste avere un impasto come in foto, come vedete ben incordato.

 375557_10200127344936333_1547996916_n  100320121486[3]

Ora facciamo riposare l’impasto per 40 minuti (in gergo si chiama puntatura) passando dopo a fare le 2 porzioni che per un pirottino di carta del panettone da 1 kg dovrà essere di 1100 g l’uno (detta anche pezzatura). Infine se possibile ungiamo un piano di marmo con del burro ungendoci anche le mani, questo per via dell’impasto che risulta essere abbastanza molle e appiccicoso, e passiamo a dare la forma arrotondata (detta anche pirlatura) cercando di portare la pasta dai bordi verso la parte sottostante in modo da dare forza all’impasto per la lievitatura…

525950_10200127345616350_1384229462_n  

… facciamo riposare per 10/15 minuti e ripetiamo l’operazione e a questo punto mettiamo l’impasto nel pirottino di carta e copriamo con pellicola trasparente…

149781_10200127346256366_1274353425_n  

…mettiamo a lievitare sempre a 28/30°C fino a che raggiunga 2 o 3 cm dal bordo superiore (6/8 ore). Se ve la sentite potete fare anche il classico taglio a croce con una lametta e mettere una noce di burro al centro…

380739_10200127347456396_1936677110_n

…tiriamo fuori e li lasciamo a temperatura ambiente per 20 minuti circa e poi in forno a 170°C per un tempo che varia dai 50 minuti ad 1 ora (questo dipende dal vostro forno).

Se possedete un termometro a sonda, tirate fuori il panettone quando la temperatura interna raggiunge i 93°C.

21910_10200091549041458_26772917_n_t

Appena cotti vanno appesi sottosopra bucando con lo spillone da panettone o in alternativa potete usare i ferri degli spiedini, l’importante è che raffreddino per 12 ore appesi capovolti.

IMG_1589 544001_10200091509160461_856189853_n[1]

Passate le 12 ore li mettete nel sacchetto di cellophane dove si possono conservare tranquillamente per 15/20 giorni.

196121_10200127972872031_1681516253_n

Prima di aprirlo attendere almeno 48 ore, in questo modo il panettone assorbirà bene tutti gli aromi.